Lumix G100 – Una mirrorless per iniziare

Panasonic si inserisce nel mondo delle vlog-camera, già leader indiscusso con la sua GH5, si propone ora con una camera più compatta, leggera e prettamente studiata per questo scopo.
Lumix G100 è si definita una “vlog-camera” ma è pur vero che è una piccola mirrorless in grado di regalarci anche altre soddisfazioni!

Caratteristiche tecniche

  • Sensore MOS Live M43 da 21,77Mpx (20,30 effettivi)
  • Hybrid I.S. a 5 assi
  • Registrazione video fino a 4Ka30p (con VLOG)
  • Mirino da 3,6mpx e LCD touch da 3” orientabile
  • AF a contrasto DFD (fa un po fatica)
Videorecensione

Piccolo e solido, ricorda molto il form della Canon M50 (al quale probabilmente si ispira). Peso e dimensioni sono molto contenuti ed il display è molto luminoso e articolato. La batteria ci consente una buona autonomia.

Fotograficamente non si comporta male, ma ha tutti gli svantaggi (ed i vantaggi) di esse una micro quattro terzi, essendo poi una “very-entry-level” non ci possono aspettare grandi performance con le basse luci, ma di giorno e con un’ottica “decorosa” è assolutamente fantastica.

Parentesi a parte va fatta per i video, pur essendo un corpo piccolo porta con se quello che panasonic voleva da questa G100: ossia trasformarla in una camera per la content-creation, ossia fare VLOG!

Il massimo della risoluzione è un 4K (UHD) a 30 fotogrammi al secondo, non abbiamo uno stabilizzatore ottico, ma un più che degno stabilizzatore digitale. Nota negativa sono i fattori di crop, utilizzati proprio per far funzionare quest’ultimo:

IS OffIS StandardIS High
4K1.26X1.37X1.79X
Full HD1X1.09X1.43X
IS: Image Stabilizer

L’Autofocus è purtroppo lento ed abbiamo limite 10 min in 4K

Audio

Troviamo sulla G100 la tecnologia Nokia Ozo che lavora con tre microfoni presenti sul corpo. Questa combo dovrebbe permettere di avere un audio pulito il tutte le modalità di utilizzo e sopratutto in tutti i modi in cui viene mantenuta la camera. Il sistema spaziale Ozo è capace di riconoscere automaticamente la posizione di chi sta parlando e attivare il microfono più vicino, ma i microfoni, anche se il risultato è soddisfacente,  purtroppo sono da bocciare in quanto è preferibile usare un microfono esterno, ma per situazioni run&go diventano accettabili.

La G100 viene proposta in 3 kit, solo corpo, corpo più lente (12-32mm) e corpo più lente più hand grip, quest’ultimo funzionale perché ci permette di scattare foto e registrare video, ma è in plastica e si collega tramite cavo e se ne può fare a meno.

Considerazioni

La G100 non è la prima vlog-camera del mercato, infatti sony ha già immesso sul mercato la sua ZV-1. Tra questi due modelli, anche se hanno la stessa finalità, corre un piccolo abisso, per struttura e possibilità, da far notare come può essere sfruttato il concetto dell’ottica intercambiabile sulla G100 piuttosto che lente fissa sulla concorrente Sony.


In sintesi vale la pena prenderla come vlog camera?


In realtà la G100 è una piccola fotocamera prima che vlog-camera, quindi si merita un bel si! Di sicuro è un corpo con delle “rinunce” che in alcuni casi si fanno sentire (es. un sistema meccanico per la stabilizzazione).

Potrebbe piacerti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *